[fonte]
L’ultima rosea previsione viene da chi non ha nessun motivo per gioirne. Al più tardi nel 2040, le rinnovabili – pannelli solari, turbine eoliche, batterie per le auto elettriche – saranno la maggior fonte di energia: 30 per cento del totale, annuncia la fonte tradizionalmente più autorevole nel mondo dei combustibili fossili, la “Statistical Review” annuale della Bp, uno dei giganti del petrolio. In Europa, la percentuale potrebbe arrivare al 50 per cento.

Se il 2040 sia troppo tardi per fermare il riscaldamento globale o se questo significhi anche la fine del petrolio è ancora tutto da vedere. Ma la previsione della Bp è sufficiente per stravolgere la mappa del mondo. L’ascesa delle rinnovabili, ancor prima che un rivolgimento della tecnologia quotidiana, è, infatti, una rivoluzione geopolitica, che rovescia un secolo di storia...