Il colloquio con le ragazze: vi ho dato 160 mila euro. E loro: ci prendi in giro


<fonte>

I pm: Ruby ad Arcore anche a dicembre del 2014
di Luigi Ferrarella e Giuseppe Guastella

MILANO Non esagera il ragionier Giuseppe Spinelli, fido e silente tesoriere del portafoglio privato di Silvio Berlusconi, quando ai pm descrive l’assedio all’ex premier delle ragazze che «mi chiamano o si presentano senza alcun preavviso», al punto che una volta «avevano fatto un gruppo ed avevano aspettato per ore fuori da Arcore, Berlusconi mi ha quindi detto di riceverle»: ora la conferma arriva da alcuni audio che la polizia giudiziaria dei pm Siciliano-Gaglio-Forno ha trovato nei telefonini sequestrati il 17 febbraio 2015 ad alcune delle protagoniste delle notti di Arcore e testimoni (ritenute false o corrotte) nel processo in cui Berlusconi è stato assolto per prostituzione minorile con Ruby. Come un video proprio di lei ad Arcore ancora pochi mesi fa. O come la registrazione che il 20 giugno 2013 Alessandra Sorcinelli e Barbara Guerra fanno di nascosto di una loro aspra telefonata con l’ex premier. Argomento: Spinelli si sta negando alle ragazze, che da lui aspettano invece soldi con urgenza.

[an error occurred while processing this directive]

Le conversazioni

Berlusconi: «lo adesso ho dato a Spinelli il benestare per darvi i soldi per andare in America!».
Sorcinelli: «Ah! E invece Spinelli dice di no».
Berlusconi: «Ma come no! Lo chiamo, lo chiamo subito!».
Interviene Guerra: «Silvio, sono Barbara, io sono stanca di essere presa per il culo! Scusami il termine, adesso sono veramente stanca!».
Berlusconi si difende: «Ho fatto un assegno io ieri di 160.000 euro per pagare i mobili della casa…».
Guerra: «Ascolta, Silvio, non è casa mia quella! Sono in mezzo a una strada ancora! Dopo 4 anni di merda! Ma stiamo scherzando? Basta!, eh?».
Berlusconi: «Come scherzando?».
Guerra: «Basta esser presa per il culo, sono stanca! Stanca! Ogni anno stiamo dentro cosi! Basta!».
Berlusconi: «Guarda che io non capisco niente…».
Guerra: «No, capisci invece! Capisci bene!».
Berlusconi: «Allora cosa faccio?».
Sorcinelli: «Se puoi chiamare subito Spinelli…sì, di fare il bonifico, e poi ci vediamo».
Berlusconi: «Va bene, se c’è il bonifico non c’è bisogno di vederci» ad Arcore.
Sorcinelli: «No no, veniamo anche se c’è il bonifico».

Le tracce di Ruby

A differenza loro, Ruby sembra avere ancora la chiave d’accesso ad Arcore, dove registra sul telefonino un video e 7 immagini dalle quali per i pm «emerge si sia recata ad Arcore il 29 novembre e 6 dicembre 2014, in entrambe le occasioni spegnendo volontariamente il telefono già durante il viaggio», e il 6 abbia avuto «un incontro con Berlusconi (ritratto in una delle immagini mentre legge un documento) tra le 22.19 e le 23.15».
Il suo ex fidanzato, Luca Risso, preferisce invece il genere epistolare: «La mia vita – scrive all’ex premier – prese il colpo di grazia nel 2012, quando Lei, per non far testimoniare Ruby a dicembre, ci chiese di andare via e tornare dopo il 10 gennaio. Così, dopo aver visto Maria Rosaria Rossi che ci diede i soldi per andare via ( assistente di Berlusconi e parlamentare di Forza Italia, indagata per falsa testimonianza , ndr), partimmo per il Messico». Risso vanta d’aver organizzato un incontro a casa di Berlusconi, «dove, con il dottor Toti e il senatore Messina, le proposi un’intervista a effetto con Ruby, che poi registrammo su Rete 4».

Il diario di Iris

Cartacea è pure la brasiliana Iris Berardi, che in 32 fogli manoscritti sequestratile «descrive esplicitamente – riassumono gli inquirenti – uno specifico dettaglio di un rapporto sessuale da lei avuto con Berlusconi», fissando «il primo contatto con lui» alla «settimana precedente al Capodanno 2008 (quando dunque Berardi era ancora minorenne)». Il diario di Iris sarebbe stato utile alle indagini del 2010, quando i tabulati telefonici avevano localizzato nel 2009 l’ancora 17enne brasiliana una volta sola in una casa di Berlusconi: indizio ritenuto dai pm troppo modesto per contestargli il reato di prostituzione minorile, imputatogli invece per le numerose notti di Ruby ma dal quale è stato assolto per la mancanza di prova che fosse consapevole della minore età.

Gli sms di Marysthell

Una che invece si dedica a conversazioni sms è Marysthell Polanco, tipo quella che per la polizia «è avvenuta verosimilmente con l’avvocato Ghedini». La ragazza scrive al legale di Berlusconi: «Volevo dirti che siamo molto dispiaciute col dottore xke’ nn ci riceve e ci chiude le porte, cose che prima nn faceva (…) Nn ce la faccio più a tenere vostre bugie e la vostra presa per il culo lui aveva promesso pagare il mio avvocato e ha fatto delle promesse quando ci ha detto di venire da voi a dire le bugie, mi ha usata e nn me ne frega andare in galera per colpa di lui, dirò tutto come sta ho tutte le prove».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: