Roberto Maroni, consulenze per le amiche


<fonte>

Non solo la Regione, le due donne al centro dell’inchiesta sulle pressioni di Maroni ebbero molti contratti anche dal Viminale. E il prefetto Caruso ricorda: «Segnalazioni pure per gli incarichi dell’emergenza immigrati»

DI PIERO MESSINA E FRANCESCA SIRONI
Le due donne per le quali Roberto Maroni avrebbe chiesto, secondo la Procura di Milano, contratti di favore in Expo spa e in una partecipata di Regione Lombardia, hanno alle spalle unalunga carriera all’ombra del leader leghista, ricostruita da “l’Espresso” nel numero in edicola domani.

C’è Mariagrazia Paturzo, la giovane con cui Bobo avrebbe scambiato messaggini “a tutte le ore”, che nel 2010 viene assunta dall’Agenzia per i beni confiscati alla mafia, alla cui guida Maroni aveva appena nominato l’attuale capo dell’Immigrazione Mario Morcone.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: