I peccati della banca di Dio: “Norme antiriciclaggio aggirate per anni”


fonte

Ior: Cipriani e Tulli verso il processo, archiviazione per Gotti. Venticinque pagine che chiudono trenta mesi di indagine della procura e del Nucleo valutario della Guardia di Finanza sull’Istituto di credito del Vaticano

di CARLO BONINI

I peccati della banca di Dio:   "Norme antiriciclaggio aggirate per anni"
La sede dello Ior in Vaticano (reuters)

ROMA  –  Venticinque pagine che chiudono trenta mesi di indagine della Procura e del Nucleo valutario della Guardia di Finanza mandano all’Inferno la gestione della Banca di Dio. Svelandone insieme la sua opacità e l’oggettiva complicità con chi ha utilizzato il forziere vaticano come canale di riciclaggio. L’ex direttore generale dello Ior, Paolo Cipriani, e il suo ex vice, Massimo Tulli, dovranno rispondere in giudizio di 13 distinte operazioni che documentano la sistematica violazione, tra il 2010 e il 2011, delle norme antiriciclaggio per importi che, complessivamente sfiorano i 24 milioni di euro. Firmati dal procuratore Giuseppe Pignatone, dall’aggiunto Nello Rossi e dai sostituti Stefano Fava e Stefano Pesci, gli avvisi di chiusura delle indagini preliminari sono stati notificati ieri ai due indagati, insieme al deposito della richiesta di archiviazione della posizione di Ettore Gotti Tedeschi, ex presidente dello Ior, il “riformista” che conosce così la sua riabilitazione dopo essere stato mangiato vivo dai veleni della Curia.

Annunciato nei giorni scorsi e a chiudere una settimana di passione cominciata con l’arresto per corruzionedell’ex contabile dell’Apsa Nunzio Scarano (per il quale il gip, ieri, ha respinto ieri la richiesta di scarcerazione) e proseguita con le dimissioni di Cipriani e Tulli dai vertici dello Ior, si consuma dunque un cruciale passaggio giudiziario destinato in qualche modo a segnare la storia dell’Istituto e a condizionarne il percorso di riforma. Per più di un motivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: