«Mio papà fa il dittatore». Catalogo dei presidenti eterni in giro per il mondo (e dei loro eredi)


fonte

Rispetto a qualche decennio fa è aumentato il numero dei paesi democratici, basti pensare all’Europa orientale e al Sud America. Ma molti Stati nel mondo rimangono sottoposti a regimi autoritari e non democratici (compreso il paese più popoloso di tutti, la Cina) e a leader che governano ispirati da un unico criterio: il mantenimento del potere, a ogni costo o quasi. Nelle ultime settimane un paio di autocrati, l’egiziano Hosni Mubarak e il tunisino Zine El-Abidine Ben Ali, hanno dovuto farsi da parte sotto la spinta di vigorose proteste popolari. Altri rimangono aggrappati a un potere messo seriamente in discussione dal diffondersi di rivolte.

È il caso, ad esempio, del colonnello Muammar Gheddafi che ha sciolto le briglie della repressione più brutale e sta annegando nel sangue la Libia. Non sempre, ma spesso gli autocrati, anche se sprovvisti di titoli regali per cui la successione in famiglia è consuetudine, hanno la pulsione a lasciare in eredità il potere a figli, figlie, fratelli e parenti. Anche nei paesi democratici esistono dinastie politiche e famiglie che offrono più di un leader politico, basti pensare negli Stati Uniti ai Kennedy, ai Bush e ai Clinton, ma anche ai coniugi Kirchner in Argentina o ai Papandreou in Grecia. Ma nei paesi democratici questo avviene secondo regole, appunto, democratiche. Altrove invece il passamano tra familiari viene praticato attraverso altre vie, piuttosto diverse. Di seguito, un catalogo antologico dei principali dittatori, autocrati, “uomini forti”, leader inamovibili, presidenti eterni e satrapi che governano in paesi dell’Asia, dell’Africa, dell’America Centrale. E, sì, anche dell’Europa.

Azerbaigian / Dal partito comunista alla successione dinastica

Bielorussia / L’ultimo dittatore d’Europa

Corea del nord / Dal Grande leader al Caro leader

Costa d’Avorio / Da un dittatore all’altro

Cuba / Fidel, lider maximo e il fratello prestanome Raul

Gabon / Ali Bongo il suo clan e le case sulla Senna

Guinea Equatoriale / Obiang e lo stato proprietà privata

Kazakistan / Nazarbayev, il genero e la delfina appassionata di bel canto

Libia / ll colonnello a metà strada tra folclore e rockstar e i suoi sette figli

Siria / La dinastia autoritaria degli Assad

Sudan / Bashir dal golpe militare alla pensione

Uzbekistan / Karimov e GooGoosha la figlia fashion victim

Yemen / Saleh il fan di Saddam al potere da 33 anni

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: